Ti trovi qui: Home

VIDEO PRESENTAZIONE CORSO

 

Cosa si studia

Il Corso di Laurea è così suddiviso: al primo anno, lo studio delle discipline bio-mediche consente la migliore comprensione dei più rilevanti elementi che sono alla base dei processi fisiologici e patologici che interessano la nutrizione, oltre che la chimica degli alimenti e i principi di dietetica. Al secondo anno, lo studio dei principali problemi di salute di una comunità e delle risposte dei servizi socio-sanitari ai fabbisogni nutrizionali, nonché la conoscenza dei fondamenti psico-pedagogici, consente di ottenere una buona formazione teorico-pratica nell’ambito della nutrizione delle collettività e dell’educazione alimentare. Al terzo anno, gli insegnamenti medico-specialistici e il tirocinio clinico hanno l’obiettivo di far l’acquisire competenze specifiche nell’ambito della nutrizione clinica e della dietoterapia e conoscere le principali norme deontologiche che regolano l’esercizio della professione del dietista. Il tirocinio, obbligatorio nei tre anni di corso, è svolto in collaborazione con dietisti laureati e dipendenti di strutture universitarie e aziendali convenzionate che, in qualità di tutors, preparano gli studenti all’esercizio della professione. L’esame finale di laurea è abilitante alla professione del dietista. Dopo la laurea, che consente di ottenere il titolo di dottore in dietistica, per esercitare la professione non è, pertanto, richiesto alcun tirocinio aggiuntivo.
 

Cosa si diventa

Il dietista è l’operatore sanitario competente in tutte le attività finalizzate alla corretta applicazione dell’alimentazione, della nutrizione e della dietetica. In particolare, può esercitare le sua professione in tre ambiti principali. Nell’ambito clinico formula ed elabora diete personalizzate (prescritte dal medico) per i pazienti monitorandoli in base all’andamento clinico e collabora al trattamento dei disturbi del comportamento alimentare con altre figure professionali. Nell’ ambito collettivo elabora la composizione delle razioni alimentari e dei menù per soddisfare i fabbisogni nutrizionali di gruppi di popolazione; si occupa della qualità dei servizi di ristorazione collettiva erogati nelle mense scolastiche, aziendali, in strutture ospedaliere e in case protette per anziani. Infine nell’ ambito educativo il dietista svolge attività didattico-educative nel contesto scolastico o sanitario per promuovere corrette abitudini alimentari. Il dietista può esercitare la sua professione, in autonomia e responsabilità, in strutture sanitarie (ospedali, case di cura, ambulatori) ed extra sanitarie (Comune, Provincia, aziende di ristorazione, industrie alimentari), pubbliche o private (asili, scuole, centri sportivi), in regime di dipendenza o libero-professionale.

E' possibile consultare il Profilo Professionale e il Core Competence per maggiori informazioni.